Cerca

MonMannequin

Fashion, Style and Lifestyle Blog

Festival di Cannes 2014 #1

E’ primavera ed è tempo del Festival di Cannes. La 67ima edizione si è aperta con la proiezione del tanto atteso e discusso “Grace di Monaco” che, nonostante l’apprezzata interpretazione di Nicole Kidman, non ha del tutto convinto pubblico e critica, che hanno accolto il film con una certa freddezza.
Siamo orgogliose, invece, di affermare che questa sarà un’edizione all’insegna della tradizione cinematografica italiana. La locandina del festival, infatti, riproduce Marcello Mastroianni in un fotogramma del film “Otto e mozzo”, inoltre, in occasione del 50imo anniversario, verrà proiettata una versione 2.0 di “Un pugno di dollari”, un omaggio al genere Spaghetti Western ideato da Sergio Leoni.
Ma adesso è ora di dare i nostri spietati giudizi!
 
 
Locandina
Alice Taglioni in Giorgio Armani. Voto 7+Abito dalle linee morbide, ma iper femminile. E il tocco finale lo fanno gli accessori: azzeccatissimi!
Nicole Kidman in Armani Privè. Voto 5Tra la scollatura a cuore e il colore dell’abito, l’effetto è a metà tra fata turchina e genio della lampada!,

 

Carole Bouquet in Chanel Couture. Voto 8L’abito le dona, la scollatura le valorizza le spalle, i ricami sono preziosi..forse avrei semplicemente scelto un’altra pochette!

 

Paz Vega in Elie Saab. Voto 6Abito prezioso, dal sapore anni ’20, ma nell’insieme l’effetto è troppo “Grande Gatsby”!

 

Blake Lively in Gucci. Voto 8L’abito in se non mi fa impazzire, ma su di lei funziona. Acconciatura ed accessori fanno il resto!

 

Karlie Koss in Valentino. Voto 6-Abito barocco.. un pò troppo barocco!

 

Zoe Saldana in Victoria Beckham. Voto 7-L’abito ci piace molto: modello, colore, lavorazione sul corpetto. Un unico neo: la cintura!

 

Sofia Coppola in Valentino. Voto 7Look total black, abito dal taglio bon ton..quando il classico non sbaglia mai!

 

Audrey Tautou in Prada. Voto 5L’abito proprio non la valorizza e l’effetto “nonna Belarda” è dietro l’angolo!

 

Nadja Auermann in Dolce&Gabbana. Voto 8Fantasia floreale, gonna a ruota, decolltè gold: tutto perfetto. Forse però poteva osare di più per un red carpet…

 

Mallika Sherawat in Emilio Pucci. Voto 6-Il turchese le dona, sì anche al pizzo, ma quella scollatura a goccia??

 

Laetitia Casta in Christian Dior Couture. Voto 6-L’abito è bello, anche l’acconciatura, però quel restringimento dietro la schiena non ci convince..
 
 

My virtual shopping

Sabato mattina, sole, temperature miti, qualche ore a disposizione, così ne ho approfittato per fare un piccolo, ma mirato, giro tra i miei negozi di fiducia…perchè con me la shopping therapy funziona sempre, anche quando mi limito al solo guardare e provare!
Oysho’s

 

 

Accessorize’s

 

 

 

 

 
Zara’s 

 

 

Yves Saint Laurent – Il film

 

Metti un venerdì sera, con la pioggia che cade incessantemente e le temperature a dir poco autunnale.
Cosa si può fare di meglio, se non andare al cinema? Soprattutto se il film che danno è il tanto atteso Yves Saint Laurent
Il risultato è quello di alienarsi, staccare il cervello ed immergersi nel favoloso mondo della moda, a partire dal romanticismo iper-femminile degli anni ’50 fino alla trasgressione degli anni ’70.
Del film ho apprezzato tantissime cose ed è per questo che lo consiglio a tutti: addetti alla moda o semplicemente appassionati di stile.
Sono venuta a conoscenza di tante cose: la provenienza algerina di YSL, la direzione artistica a capo della mason Dior a soli 21 anni, la sua relazione sentimentale e professionale con Pierre Bergè, la sua malattia.
Sono rimasta letteralmente senza fiato di fronte alla sua capacità di trasformare un pezzo di stoffa in un abito di Alta Moda, ammaliata dall’elegante bellezza delle sue prime creazioni, gentilmente messe a disposizione dalla Fondazione YSL, stupita dalla sua modernità e dal suo avanguardismo. 
E per chi non fosse così amante della moda, potrà comunque “rifarsi gli occhi” con i bellissimi interni delle case di Parigi e Marrakech.
 

 

 

 

 

 

Must have of this week #5

Ci piace perchè…
è il capo ideale da indossare in questa stagione così imprevedibile..
è fashion e confortable allo stesso tempo…
è l’unico indumento sporty ammesso fuori da una palestra!
Vero Moda
Come indossarla 
 
 

Primavera, è tempo di gite fuori porta!

Quest’anno il calendario ci ha regalato un sacco di ponti appetibili…allora perchè non approfittarne?
Io l’ho fatto a Pasqua e, non avendo molto tempo a disposizione, dovevo necessariamente puntare su una meta che fosse piuttosto vicina, così ho optato per la Tuscia.

 

Outfit inspiration
 
Borsa Zara, camicia horses printed H&M, collana Accessorize, bracciali effetto bambù OVS, maglione Benetton, foulard vintage, jeans Zara

 

 

Slippers con nappine in vernice OVS
Prima Tappa: Centro Mountan
Ve ne abbiamo già parlato, ma ogni anno non possiamo fare a mano di tornarci. Sto parlando del Giardino delle Peonie a Vitorchiano: un vero angola di Provenza nella Tuscia. All’interno del parco si trova un delizioso bistrot (colour cafè),così ne abbiamo approfittato per fare un breve pranzo an plein air..
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seconda Tappa: Lago di Bolsena
In tardo pomeriggio abbiamo raggiunto la Riserva di Montebello, un bellissimo agriturismo che sorge sulle colline intorno al lago di Bolsena.Un posto incantevole dove potersi rilassare ed immergersi nella natura. La struttura è davvero molto curata: giardini, piscine, camere e ristorante..tutto in perfetto stile country. Nulla è lasciato al caso e devo dire che l’effetto è quello di sentirsi davvero coccolati!

 

 

 

 

 

 

 

 

Déjeuner sur l’herbe..

La primavera è arrivata.. 
Con lei anche le vacanze di Pasqua e la voglia di stare fuori all’aria aperta..
I giardini sono verdi,  i fiori iniziano a sbocciare ed a me è venuta una gran voglia di picnic..
Bicchieri di cristallo, cestini di vimini e tovaglie in lino..
 Tutto curato nei minimi dettagli, ispirate da Manet e dal suo déjeuner sur l’herbe.. 
 
Happy Easter!
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 font: tumblr
 

Must Have of this week #4

Ci piacciono perchè..

Le espadrillas sono sempre più un must
Le borchie e la pelle danno un tocco rock che le rende perfette anche per la city!


Valentino Garavani

Saint Tropez outfit


Non mi avranno MAI! #CiabattaTrend

Capisco che la moda è arte, ma alcune cose non riesco proprio a digerirle! E’ mai possibile che questa stagione io non riesca a trovare altro che queste orribili “ciabatte” in giro?!.. Che poi diciamocelo..Ma a chi donano?.. Neanche la modella 1,87 x 40 può permetterseli, figuriamoci noi comuni mortali!..
Vogliamo fare un confronto tra quei favolosi sandali dalle linee essenziali che rendono le nostre gambe iper femminili e quelle fasce che deturpano qualsiasi figura?!..
Riesco a sopportare il ritorno dei sabot (che ora si chiamano mules), almeno hanno il tacco a renderle più delicate, ma alle “ciabatte” non posso proprio cedere!
Io non li indosserò MAI, preferirò andare scalza per tutta la S/S 2014 se non avrò alternativa.. Ma voi che ne pensate?.. Riuscirete ad indossarle?..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

font: tumblr
 
 

Today: Torn Denim Ispirations

Boyfriend, skinny, shorts o skirt non importa, l’essenziale è che siano lacerati, strappati, tagliati.. La tendenza “denimAbrandelli” sembra non arrestarsi e noi vogliamo ispirarvi così..

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

font: tumblr

Blog su WordPress.com.

Su ↑