Si, proprio lei, l’alter ego francese del “Diavolo veste Prada” Anna Wintour.
Dopo aver lasciato la direzione di Vogue Francia, ha prestato diverse collaborazioni per Barneys, ha curato le campagne pubblicitarie per la stagione F/W 2012-2013 di Dior e Givenchy, ha contribuito alla stesura del libro “The little black jacket” con l’amico Karl Lagerfield,  è stata scelta come testimonial di MAC Cosmetics, ma soprattutto, ha lanciato la sua nuova rivista: CR Fashion Book (http://crfashionbook.com). L’attesissima Bibbia della moda ha debuttato lo scorso 13 settembre con un party super-esclusivo, sponsorizzato da Mercedes-Benz, al museo di ManhattanFrick Collection,  proprio in occasione della fashion week newyorchese.
Come sottolinea la stessa Carine all’interno della sua prefazione, l’ispirazione per il primo numero della nuova rivista non arriva però dalle ultime tendenze delle passerelle o da altri temi legati alla moda, ma, al contrario, prende spunto da qualcosa di profondamente personale: la nascita della sua nipotina, che probabilmente simboleggia anche la sua seconda rinascita professionale.
CR Fashion Book si pone come vero e proprio inno alle leggende e alle icone della moda e al suo interno troverete importanti contributi e collaborazioni artistiche: prime fra tutte quelle con Tom Ford, Karl Lagerfield e il fotografo Bruce Weber.
Non c’è che dire: il risultato giustifica l’attesa!

Il Party




CR Fashion Book





font: google, google image