Ce lo dovevamo aspettare che prima o poi sarebbe accaduto.. Quando Jack & Jil pubblicarono la foto di un ragazzo che aveva realizzato la sua Chanel riciclando un sacchetto di carta e disegnandoci sopra con un pennarello la doppia C ed il tessuto matelassè.. Ce lo dovevamo aspettare.. Quando Karl Lagerfeld ha inserito nella collezione p/e 2011 la borsa che si arrotola come una busta del pane.. Ce lo dovevamo aspettare.. Ed ora Jil Sander.. ha presentato una vera e propria paper bag (trattata) che è già diventata l’oggetto di desiderio di migliaia di fashion victims.. Ma in questo momento dove tutti parlano di crisi, perchè spendere più di duecento euro per qualcosa che possiamo avere gratis (o quasi) ?.. basta un pò di inventiva ed il gioco è fatto!.. di seguito vi lascio qualche ispirations ed un tutorial su come creare il vostro “customizzato” sacchetto ..
E se non siete negate con il “diy“, allora ci sono sempre le PicNic di Marie Turnor, brand californiano di accessori della designer Beth Goodman.. il prezzo varia dai 185,00 ai 275,00 dollari, ma almeno sono in pelle e in diversi colori!