Se siete nate negli anni ’80 o se semplicemente siete appassionate di questa corrente, ma soprattutto, se avete in programma una “gita” nella grande mela, non potete perdervi la mostra al Met “Punk: Chaos to Couture” (9 maggio-14 agosto).
La mostra si pone come obiettivo quello di analizzare il Punk da un punto di vista davvero originale, evidenziando l’eccezionale contributo che, indirettamente ed involontariamente, questo movimento diede alla storia della moda.
Infatti, proprio il Punk, che, per sua definizione, rifiutava qualsiasi forma di convenzione e moda, si è trasformato, nel corso degli anni, grazie all’intuizione di stilisti e designers, in una nuova forma di tendenza destinata a lunghissima vita.
Se ci pensiamo bene, è stato proprio il Punk a sdoganare la moda personalizzata, quella che ognuno di noi crea a partire dalle proposte di stagione.
E mai come adesso questo concetto può essere più attuale, dal momento che la moda ci popone zeppe, ma anche tacchi a spillo, ballerine, ma anche bikers, pantaloni a zampa, ma anche skinny..insomma tutto e il contrario di tutto.
Lo stile sta semplicemente ( si far per dire!) nel saper scegliere e mixare.
 
Locandina della mostra
L’inaugurazione
font: google image
 
 
Annunci