Cerca

MonMannequin

Fashion, Style and Lifestyle Blog

Mese

maggio 2013

Festival di Cannes 2013:#3

Terminata la 66.ma edizione del Festival, è tempo di bilanci.

La Palma d’oro è andata a La Via d’Adèle del regista franco-tunisino Abdellatif Kechiche e, in via eccezionale, sono state insignite del medesimo premio, anche le due protagoniste del filmLéa Seydoux e Adèle Exarchopoulos.

I fratelli Coen si aggiudicano il Gran Prix con Inside Llewyn Davismentre il Premio della Giuria è andato a Tale padre tale figlio del giapponese Kore-Eda Hirokazu.

..E adesso ecco i nostri bilanci..
 
Bianca Balti in Dolce&Gabbana. Sicuramente riconoscibile, perfettamente impeccabile. Voto 8
Nicole Kidman in Giorgio Armani. Questo si che è un perfetto outfit! Voto 9
Olivia Palermo in Roberto Cavalli. Effetto total gold per la fashion icon più famosa di New York…forse ci aspettavamo qualcosa di più originale. Voto 7/8
Nicole Kidman in Chanel. L’abito con le piume ai piedi non ci convince…Voto 5
Laetitia Casta in Dior. Quest’anno il piumato va per la maggiore, ma questo è davvero eccessivo. Voto 4
Lea Seydoux in Dolce&Gabbana e Adele Exarchopoulos Azedine Alaia. Viva la freschezza e abbasso le mini-vamp. Rispettivamente 8 e 5.
Berenice Bejo in Elie Saab. L’abito è impeccabile, il colore le dona, però un pò più di coraggio, no?! Voto 7
Jessica Chastain in Givenchy Couture by Riccardo Tisci. Il prezioso abito non sembra donarle completamente (vedere fianchi e decoltè). Voto 6
Tilda Swinton in Haider Ackermann. Ok il look androgino, ma questa “tuta”color salamandra ?! Voto 4
Milla Jovovich in Prada. Riminiscenze orientali e top effetto nude sulla schiena. Voto 6
Alessandra Ambrosio in Roberto Cavalli. Semplice e prezioso allo stesso tempo. Voto 8
Emmanuele Seigner in Alexandre Vauthier. Bellissimo il rosso dell’abito e i sandali in pandan, meno la scollatura un pò troppo profonda. Voto 7/8
Moran Atias in Roberto Cavalli. Quando si dice “modello a sirena”. Voto 4
Audrey Tautou in Prada. Il colore le dona, il modello..non del tutto. Voto 7 1/2
Irina Shayk in Roberto Cavalli. Quando il “vedo” eccede il “non vedo” #1. Voto 4
Audrey Marnay in Alexis Mabille Couture. Quando il “vedo” eccede il “non vedo” #2. Voto 6
Uma Thurman in Versace. Scollatura a cuore, ampia gonna e accessori in tinta. Voto 7/8
Heidi Klum in Versace. Monospalla con manica lunga, baschina e paillette argento. L’insieme non convince. Voto 6
 
font: google image
Annunci

Lavand

No, non è il nome di una nuova fragranza profumata, ma quello di un nuovo marchio di abbigliamento low-cost spagnolo (e come ti sbagli!).
L’ho scoperto domenica, durante il mio usuale giro di shopping a Viterbo, nascosto in un negozio multi brand, ed è stato subito amore a prima vista.
In questa stagione che non si decide a decollare, dopo vari giri di shopping deludenti, ho trovato finalmente quello che cercavo: abiti iper-femminili, romantici e coloratissimi (il nero è off!)!
 

http://www.lavand.es

Gli uomini..

Ci sono uomini e uomini..
Quelli che piacciono a me sono quelli che riescono ad indossare lo smoking ed un paio di jeans con la stessa nonchalance.. quelli che d’estate indossano le scarpe da barca con i pantaloni arrotolati alla caviglia e, in inverno un completo blu con la camicia bianca su misura.. calzino in filo di Scozia blu o piedi nudi,  boxer in tessuto a righine e slip di cotone bianchi, il blazer ed il trench, il pantaloncino morbido come costume, la polo Lacoste blu, i Persol marroni, la camicia di lino celeste a righe bianche e i bermuda sabbia, le espadrillas, il Rolex submariner o GTM Master , lo Swatch classic, il cashmere per i maglioni.. quelli dal sapore retrò..  che ti sorprendono con un mazzo di fiori (o di palloncini rosa!) e non con il solito gioiello.. che ti baciano, perchè lo vogliono fare e non perchè devono.. perchè ti rispettano, perchè sono veri..
Niente foulard, niente borse o borselli, niente loghi, niente anelli, niente più.
 
 
 
 
 
 
font: google image, tumblr
 

Festival di Cannes 2013 #2

 
Dopo il furto dei gioielli Chopard, destinati ad ornare le dive che sfileranno sulla Croisette, ci hanno pensato i fratelli Coen a farci tornare il sorriso con l’ironico e cinico “Inside Llewyn Davis”, già di diritto candidato alla vittoria della Palma d’oro. 
Presentata inoltre l’attesissima pellicola di Valeria Bruni Tedeschiunica donna regista in concorso alla 66° edizione del festival, “Un chateau en Italie”. Il film, fortemente autobiografico, racconta la sofferenza della protagonista per la negata gravidanza, ponendo sullo sfondo il drammatico declino di una famiglia: un fratello malato di Aids  destinato a morire e la triste decisione della madre di vendere la tenuta in Italia per far fronte ai, sempre più pressanti, debiti.
Infine, è stata la volta di Paolo Sorrentino con “La grande bellezza”: ritratto sublime e amaro della mondanità romana vista attraverso gli occhi di un giornalista esperto di gossip..
 
..Ma ora è tempo di pagelle!


Alyson Le Borges in Armani Privè. Sarebbe perfetta se non fosse per quella bacchetta ferma-abito. Voto 9
Berenice Bejo in Alexis Mabille Couture. Gonna effetto tutù e blazer maschile, che altro dire? Voto 10
Elodie Navarre in Prada. Chi più di B.B. incarna la costa azzurra? Voto 9
Liya Kebede in Cavalli. Abito lungo, nero, in pailletes. Voto 10
Milla Jovovich in Chanel. Fantasia floreale sui toni del bianco, nero e rosso, semplice ed essenziale. Voto 7 1/2
Paz Vega in Stephane Rolland Couture. Piume+trasparenze = l’effetto baby doll è dietro l’angolo. Voto 3
Valeria Bruni Tedeschi in Luisa Beccaria. Quando “l’abito non fa il monaco”. Voto 7
Marion Cotillard versione by day in Antonio Berardi. Sfizioso il mini dress con lavorazione sulla schiena.  Voto  8
Marion Cotillard versione by night in Dior. Fantasia che ricorda i quadri di Mondrian, acconciatura anni ’60 e scarpe a punta. Voto 5 1/2
Jasmine Trinca in Miu Miu. Evocazioni anni ’50 per la gonna a ruota e la maglia scesa sulle spalle. Voto 8
Jessica Miller in Dolce&Gabbana. Azzeccatissimo l’abbinamento della gonna nera in pailletes con la classica camicia slim in cotone. Voto 9
Julia Dietze in Giorgio Armani. Ci piace il colore e la fantasia, peccato che l’effetto sia a metà tra un prendisole e un abito prema-man. Voto 6
Jennifer Lawrence in Dior. Della seria “il classico non muore mai”. Voto 9
Louise Bougoin in Fendi. Mi dispiace bocciare quest’abito perchè Fendi è una delle mason che preferisco  però l’abito risulta troppo ordinario e castigato per un red carpet. Voto 4
Jessica Biel in Marchesa. Bellissimi gli accessori e le lavorazione dell’abito, peccato per la lunghezza e quell’effetto piumato. Voto 7
Kirsten Dunst in Michael Van der Ham. Una sola parola:delizioso! Voto 9
Irina Lazareanu in Saint Lauren. Abito e accessori perfetti..peccato per quei capelli incolti…Voto 8 1/2
Valeria Golino in Valentino. Sull’abito niente da eccepire, manca solo un bel collier che avrebbe contribuito ad impreziosire il decoltè, che così risulta troppo vuoto. Voto 7
Eva Longoria in versace. Cintura in stile Wonder Woman, apertura a goccia sulle spalle; insomma salviamo solo il colore: un must di questa stagione. Voto 5
Zoe Saldana in Ungaro. Un bianco e nero spezzato dal tocco arancio delle scarpe, un equilibrato gioco di volumi per un risultato da perfetto day dress. Voto 10



.

..
font: google image

Il Punk rinasce al Met

Se siete nate negli anni ’80 o se semplicemente siete appassionate di questa corrente, ma soprattutto, se avete in programma una “gita” nella grande mela, non potete perdervi la mostra al Met “Punk: Chaos to Couture” (9 maggio-14 agosto).
La mostra si pone come obiettivo quello di analizzare il Punk da un punto di vista davvero originale, evidenziando l’eccezionale contributo che, indirettamente ed involontariamente, questo movimento diede alla storia della moda.
Infatti, proprio il Punk, che, per sua definizione, rifiutava qualsiasi forma di convenzione e moda, si è trasformato, nel corso degli anni, grazie all’intuizione di stilisti e designers, in una nuova forma di tendenza destinata a lunghissima vita.
Se ci pensiamo bene, è stato proprio il Punk a sdoganare la moda personalizzata, quella che ognuno di noi crea a partire dalle proposte di stagione.
E mai come adesso questo concetto può essere più attuale, dal momento che la moda ci popone zeppe, ma anche tacchi a spillo, ballerine, ma anche bikers, pantaloni a zampa, ma anche skinny..insomma tutto e il contrario di tutto.
Lo stile sta semplicemente ( si far per dire!) nel saper scegliere e mixare.
 
Locandina della mostra
L’inaugurazione
font: google image
 
 

Monmannequin Market: the day after

Grazie a tutti per aver partecipato in tantissimi!..un’esperienza veramente positiva!.. da ripetere al più presto..teneteci d’occhio!
A presto!
F&F
 
 
 font: google image
 
 
 
 
 

Festival di Cannes 2013 # 1

Si è aperto ufficialmente, mercoledì 15, con la proiezione dell’attesissimo “Grande Gatsby”, nella versione rielaborata da Baz Luhrmann, la 66° edizione del Festival di Cannes.
A ricoprire il ruolo di madrina, quest’anno, sarà l’attrice francese Audrey Tautou, mentre la giuria, composta, tra gli altri, da Nicole Kidman, Ang Lee e Chiristoph Waltz, sarà presieduta dall’inossidabile Steven Spielberg.
Unico film italiano in concorso è “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, interpretato dai romani DOC Verdone e Ferilli…incrociamo le dita!


La locandina


Cara Delevigne in Burberry. Pizzi e trasparenze: un classico. Voto 7
Carey Mulligan in Dior Couture. Semplice e candido..peccato il colore non le doni. Voto 7
Ines de la Fressange in Chanel. Elegante come sempre. Voto 7
Nicole Kidman in Christian Dior Couture. Botticelliana. Voto 8
Julianne Moore in Christian Dior Couture. L’abito la mortifica e basta plateau sul red carpet. Voto 6-
Clotilde Courau in Elie Saab. Chic. Voto 8
Georgia May Jagger in Roberto Cavalli. Troppo satanica. Voto 5
Freida Pinto in Gucci. Un pò troppo “danzando sotto le stelle”. Voto 6-
Isla Fisher in Oscar de la Renta. Poteva fare di meglio. Voto 6-
Audrey Tautou in REDValentino. L’eleganza della semplicità. Voto 8
Cindy Crawford in Roberto Cavalli. Perfetta. Voto 9
Florence Welch in Miu Miu.Tutto sbagliato. Voto 4
Audrey Tautou in Yiqing Yin. Sop chic. Voto 9
Zhang Ziyi in Giambattista Valli. Graziosa. Voto 7 1/2

 


 


Ieri è stato presentato anche il nuovo film di Sofia Coppola “The Bling Ring”. Il film tratta la storia di un gruppo di adolescenti che assaltano le case dei loro idoli cinematografici per rubarne abiti, gioielli e scarpe.

Tra gli attori protagonisti troviamo Emma Watson, ecco la sua mise da tappeto rosso.



Emma Watson in Chanel Couture. Un pò troppo seriosa. Voto 6
Sofia Coppola in Louis Vuitton. Little Black Dress e non si sbaglia. Voto 7 1/2


 

Monmannequin Market # 1

Cambio di stagione: shock!
ogni 6 mesi c’è questo dramma da vivere per noi donne (come se non ne avessimo già abbastanza!) e ci ritroviamo sempre con lo stesso problema da risolvere: dove mettiamo tutti questi vestiti? Quest’anno le sorelle Neri si sono inventate una soluzione (non avendo più spazio in casa!): il Monmannequin Market, uno stand pieno di vestiti, accessori  e scarpe 2hand a prezzi veramente imbattibili (da € 1 a € 15)
Perciò se domenica (pioggia permettendo), vi trovate a girare nei pressi di Trevignano Romano (ridente paesino a pochi km da Roma), vi invito a passare, anche solo per un saluto, ma sono certa che riuscire ad accaparrarvi qualche ottimo affare!
 
 

Frange: odi et amo

Le frange rappresentano uno di quegli elementi decorativi in grado di portarci in un secondo dalle stelle alle stalle.
Quindi prendete appunti e seguite le mie indicazioni…sarà impossibile cogliervi impreparate!


 
SI
Se la loro presenza serve a rendere unico un accessorio o a riportarci indietro nel tempo facendoci rivivere lo scintillante glamour della Belle Epoque, il clima hippie dei Festival Rock  anni ’60 e le atmosfere gotiche di fine ottocento.
Alberta Ferretti
Stella McCartney
Acne
Ralph Lauren
Car Shoe
Roberto Cavalli
Custo Barcelona
Bottega Veneta
Gareth Pugh
Marc Jacobs
Fendi
Rachel Zoe
Msgm
Nina Ricci
Rodarte
Salvatore Ferragamo
Versace
Versace
No
Se ci trasformano in attimo in moderne Pocahontas e Calamity Jane.
Le proposte low-cost 
Gonna Asos
Orecchini Bershka
Bag Chicwish
Secchiello Mango
Maglia Vero Moda
Abito monospalla Vero Moda
Kimono Zara
Tracolla Zara
Maglia Zara
Clutch Zara
Bikini Zara

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑