Come ho già scritto nel post di presentazione, nella vita ho tante passioni, una di queste è sicuramente la danza e, dal momento che per me la moda è arte e bellezza, cosa c’è di più emblematico dell’armonia espressa attraverso il movimento del corpo? 
È noto a tutti come negli ultimi anni gli stilisti abbiano offerto delle sfilate che non si limitano ad essere delle semplici passerelle per modelle e vestiti, ma rappresentano dei veri e propri spettacoli con scenografie e coreografie curate nei minimi particolari.
Per questo motivo se, anche voi come me, amate la danza e siete curiosi di conoscere le nuove frontiere raggiunte da questa forma d’arte, procuratevi assolutamente un biglietto per lo spettacolo “Paradiso”, episodio conclusivo della trilogia Divina Commedia ideata dal coreografo Emiliano Pellisari e in replica al Teatro Olimpico fino al 22 di questo mese.
Ed è così che eri sera, io e la mia fedele amica Giulia, abbiamo assistito ad uno spettacolo davvero innovativo, geniale, coinvolgente..da lasciarti quasi senza parole!
Il coreografo ricorre a tredici originalissime idee per rappresentare la struttura dantesca del Paradiso attraverso veri e propri quadri viventi ispirati alla pittura contemporanea.
Così il celebre Angelo di Dalì si materializza sul palcoscenico e misteriosamente dai cassetti che ne costituiscono il corpo si levano altri angeli; in un enorme quadro di Mondrian i quadrati colorati diventano tessere di un puzzle in continua trasformazione come nel gioco di Tetris; una grande tela bianca si taglia in tre facendo il verso a Fontana per poi portarsi all’estremo del pensiero dell’artista e trasformarsi in quattro vere e proprie sculture giganti e nel Cielo di Giove, i corpi dei danzatori formano le lettere dell’alfabeto componendo la frase che il pubblico deve leggere: “Amate le giustizia, voi che giudicate il mondo”
L’armonia dei corpi e l’equilibrio delle figure simboleggiano in maniera perfetta l’ordine divino e per lo spettatore è impossibile annoiarsi perché dietro ogni scena si nasconde un concetto, un’idea da  cogliere e interpretare.
Il flyer
Lo spettacolo
Annunci